Camera di Commercio di Reggio Calabria - https://www.rc.camcom.gov.it/

Tachigrafo intelligente

28 October 2020

Stampa

Centri tecnici per il tachigrafo intelligente

Dal 15 giugno 2019, sui pullman che trasportano più di 9 persone compreso il conducente e sui veicoli il cui peso massimo autorizzato superi le 3,5 tonnellate non sono più consentite le installazioni del tachigrafo digitale ed è diventato obbligatorio installare il nuovo tachigrafo intelligente.

L'installazione dei tachigrafi intelligenti è consentita solo ai centri tecnici dotati della specifica autorizzazione ministeriale e forniti delle apposite carte officina per parametrizzare il tachigrafo di nuova generazione.

Invece i dispositivi digitali presenti sui mezzi già immatricolati al 15/6/2019 possono continuare ad essere utilizzati e, in corrispondenza, i centri tecnici autorizzati possono continuare ad effettuare le ordinarie calibrazioni e gli eventuali interventi tecnici.

Nello schema seguente sono elencate le principali novità:

1: Dispositivo Interfaccia DSRC del Tachigrafo Intelligente.

I veicoli con tachigrafo intelligente avranno un'antenna DSRC (Dedicated Short Range Communication) installata sul parabrezza.

È tramite questa interfaccia DSRC wireless che il tachigrafo intelligente trasmette i dati ai dispositivi di lettura DSRC delle autorità di controllo che eseguono interrogazioni in modo attivo.

Ciò consentirà alle autorità di effettuare un controllo durante la guida e rilevare immediatamente eventuali irregolarità.

2: Ricevitore satellitare (GNSS) del Tachigrafo Intelligente.

I veicoli con tachigrafo intelligente monteranno obbligatoriamente anche un'interfaccia per un sistema globale di navigazione satellitare (GNSS).

Il sistema, memorizzando le informazioni sulle posizioni del veicolo, faciliterà l’accertamento delle competenze dei controlli e la plausibilità dei dati di ispezione.

3: Dotazione di nuovi sigilli codificati per i Centri Tecnici autorizzati.

Per i tachigrafi intelligenti è previsto un requisito di sigillatura uniforme, che, per la prima volta, si applicherà a tutti i paesi europei.

Ad ogni controllo periodico, tutti i Centri tecnici dovranno verificare l’integrità e la tenuta meccanica del sensore di velocità e - questa è una novità - sigillarla sempre nuovamente. I sigilli dovranno essere acquistati da un fornitore certificato e recare un numero di identificazione univoco.

I Centri tecnici dovranno riportare i codici dei sigilli utilizzati anche sulla targhetta di montaggio.

4: Dotazione di nuovi dispositivi di prova per i Centri Tecnici autorizzati.

Il Centro tecnico dovrà dotarsi di un dispositivo di prova dei tachigrafi intelligenti, regolarmente approvato, che consenta di verificare la funzionalità del sistema GNSS e delle nuove tecnologie di prova e diagnostica.

Inoltre il Centro tecnico dovrà dotarsi anche di un dispositivo in grado di colloquiare con il tachigrafo intelligente in tecnologia DSRC per verificare la funzionalità della corrispondente interfaccia.

5: Qualifica del personale e nuove carte dell'officina per i Centri Tecnici autorizzati.

I tecnici dei Centri tecnici dovranno ottenere una specifica e documentata formazione per poter operare sui nuovi tachigrafi intelligenti.

Inoltre, appena ricevuta l’autorizzazione ministeriale, dovranno disporre quanto prima della specifica carta officina per operare con i tachigrafi intelligenti.

1) Procedura per i Centri Tecnici già autorizzati al tachigrafo digitale

Le imprese già autorizzate agli interventi sul tachigrafo digitale possono estendere la loro autorizzazione anche ai tachigrafi intelligenti presentando la domanda con il modello sottoriportato

Richiesta Estensione per operare come Centro tecnico sui tachigrafi intelligenti Mod. E-DI

La domanda deve essere accompagnata dalla ricevuta del pagamento del diritto di segreteria di Euro 260,00 che può essere versato tramite che può essere versato tramite: bonifico bancario:IT52C0538716300000000921190  intestato alla Camera di Commercio di Reggio Calabria ufficio metrico 

Il pagamento dei diritti di segreteria e delle tariffe dei servizi metrici può essere effettuato tramite il sistema PagoPa (sistema unico per i pagamenti elettronici verso la pubblica amministrazione).

Basta richiedere all'ufficio metrico l'emissione dell'avviso di pagamento ed effettuare il pagamento utilizzando i canali sia fisici che online di banche e altri Prestatori di Servizi di Pagamento (PSP), come ad esempio le agenzie delle banche, l'home banking, gli sportelli automatici abilitati delle banche, i punti vendita SISAL, Lottomatica,  Banca 5 e gli uffici postali.

Il provvedimento di estensione dell'autorizzazione ad operare sui tachigrafi intelligenti acquisisce le prescrizioni e le condizioni presenti nell'autorizzazione originaria

Successivamente al provvedimento di estensione le imprese richiederanno la carta per il tachigrafo intelligenteche potranno utilizzare sia sui tachigrafi intelligenti che sui digitali.

L'autorizzazione, alla scadenza, sarà sottoposta a rinnovo.

2) Procedura per le imprese che non erano Centri Tecnici autorizzati al tachigrafo digitale

Le imprese che, senza avere alcuna precedente autorizzazione, intendano effettuare installazioni, calibrazioni e interventi tecnici sui tachigrafi intelligenti dovranno fare domanda al MISE per ottenere una nuova autorizzazione.

Utilizzando il modulo:

Richiesta Autorizzazione a operare come Centro tecnico sui tachigrafi intelligenti – FA   MOD N-FA

La domanda deve essere accompagnata dalla ricevuta del pagamento del diritto di segreteria di Euro 370,00 che può essere versato tramite: bonifico bancario:IT52C0538716300000000921190  intestato alla Camera di Commercio di Reggio Calabria ufficio metrico 

Il pagamento dei diritti di segreteria e delle tariffe dei servizi metrici può essere effettuato anche tramite il sistema PagoPa (sistema unico per ipagamenti elettronici verso la pubblica amministrazione).

Il pagamento dei diritti di segreteria e delle tariffe dei servizi metrici deve essere effettuato anche tramite il sistema PagoPa (sistema unico per i pagamenti elettronici verso la pubblica amministrazione).

Basta richiedere all'ufficio metrico l'emissione dell'avviso di pagamento ed effettuare il pagamento utilizzando i canali sia fisici che online di banche e altri Prestatori di Servizi di Pagamento (PSP), come ad esempio le agenzie delle banche, l'home banking, gli sportelli automatici abilitati delle banche, i punti vendita SISAL, Lottomatica,  Banca 5 e gli uffici postali.

In base ai chiarimenti forniti dal Ministero dello sviluppo economico con circolare prot. n.31981 del 09/03/2015 alla domanda occorre allegare apposita autocertificazione attestante il possesso del requisito minimo di buona reputazione prescritto per le officine e i centri tecnici che operano sui tachigrafi dall’art 24, comma 2, lett. c) del Regolamento (UE) n.165/2014, utilizzando l'apposito modulo buona reputazione.

L'ufficio metrico controlla che la domanda sia completa e procede alla verifica presso la Prefettura  del possesso dei requisiti prescritti in capo ai richiedenti ai sensi della normativa antimafia (art. 84 comma 2 del D.Lgs.159/2011).

Nel caso in cui la comunicazione antimafia non sia rilasciata nel termine di 30 giorni dalla richiesta, l'ufficio informa l'impresa la quale ha la facoltà di rendere autocertificazione relativamente alla non sussistenza delle cause di divieto, di decadenza o di sospensione di cui all’articolo 67 del D.Lgs. 159/2011 utilizzando il relativo modulo

Effettuato il sopralluogo e l’esame istruttorio preventivo, l’ufficio trasmette la domanda al Ministero dello Sviluppo economico per il rilascio dell’autorizzazione.

Successivamente al provvedimento di autorizzazione le imprese richiederanno la carta per operare sul tachigrafo intelligenteche potranno utilizzare sia sui tachigrafi intelligenti che sui digitali.

L'autorizzazione, alla scadenza, sarà sottoposta a rinnovo.

RINNOVO DELL'AUTORIZZAZIONE AD OPERARE SUI TACHIGRAFI INTELLIGENTI

Prima della scadenza annuale dell'autorizzazione, le imprese che operano sui tachigrafi intelligenti dovranno presentare richiesta di rinnovo dell'autorizzazione all’Ufficio metrico della Camera di Commercio.

Le officine autorizzate anche alle operazioni di calibratura, controllo periodico e riparazione utilizzeranno: modello di rinnovo per le officine (modello R-DI)  mentre i fabbricanti di veicoli presenteranno la domanda con il modello di rinnovo per i fabbricanti (modello R-FA)

La domanda deve essere accompagnata dalla documentazione elencata nel corrispondente modulo e dalla ricevuta del pagamento del diritto di segreteria di Euro 185,00 che può essere versato tramite: bonifico bancario:IT52C0538716300000000921190  intestato alla Camera di Commercio di Reggio Calabria ufficio metrico 

Il pagamento dei diritti di segreteria e delle tariffe dei servizi metrici può essere effettuato anche tramite il sistema PagoPa (sistema unico per i pagamenti elettronici verso la pubblica amministrazione).

Basta richiedere all'ufficio metrico l'emissione dell'avviso di pagamento ed effettuare il pagamento utilizzando i canali sia fisici che online di banche e altri Prestatori di Servizi di Pagamento (PSP), come ad esempio le agenzie delle banche, l'home banking, gli sportelli automatici abilitati delle banche, i punti vendita SISAL, Lottomatica,  Banca 5 e gli uffici postali.

Alla domanda occorre inoltre allegare la dichiarazione sostitutiva sul possesso dei requisiti previsti ai sensi della normativa antimafia (art. 88, comma 4bis D.Lgs.159/2011) - Dichiarazione Antimafia - modulo

In base ai chiarimenti forniti dal Ministero dello sviluppo economico con circolare prot. n.31981 del 09/03/2015 alla domanda occorre allegare apposita autocertificazione attestante il possesso del requisito minimo di buona reputazione prescritto per le officine e i centri tecnici che operano sui tachigrafi dall’art 24, comma 2, lett. c) del Regolamento (UE) n.165/2014, utilizzando l'apposto modulo "Buona reputazione".

La Camera di Commercio, verificata la permanenza dei requisiti, rilascia il rinnovo dell’autorizzazione.